di FinanzaWorld staff

Cad.it, in ripresa dopo alcuni anni difficili

del 25/01/2012
di FinanzaWorld staff

Il gruppo Cad.it è una delle realtà
più interessanti nel panorama italiano
del settore dell'information technology.

Nato sul finire degli anni '70, il gruppo
ha avuto un forte impulso nella seconda
metà degli anni '90, quando la domanda
di soluzioni informatiche da parte di
banche ed intermediari finanziari è
aumentata esponenzialmente.

L'attività della società, infatti, consiste
nella fornitura di software, consulenza,
formazione, soluzioni informatiche, ecc...
destinate in primo luogo ad intermediari
finanziari, i quali utilizzano tali soluzioni
per tutte le attività di collocamento fondi,
intermediazione di prodotti finanziari,
trading on line, private banking, ecc...

Da questa base, Cad.it ha accresciuto
la propria offerta ampliando il proprio
target di mercato. Così, oggi il gruppo
offre soluzioni anche per Industria e
Pubblica Amministrazione.

La società ha una solida struttura
patrimoniale, con oltre 6 milioni
di euro in cassa e solo 1,9 milioni
di debito. La posizione finanziaria,
quindi, è positiva per circa 4 milioni,
a fronte di un patrimonio netto di
56 milioni.

Questo è in particolare dovuto al
fatto che negli ultimi anni il business
del gruppo ha prodotto un ottimo
cash flow operativo, mentre la spesa
capitale non ha richiesto ingenti
investimenti.

Questo ha consentito al gruppo di
pagare sempre buoni dividendi fino
al 2010.

Cad.it ha molte delle caratteristiche che cerchiamo e
spesso troviamo nei titoli che compongono il
portafoglio di In Borsa in Italia, il nostro dedicato
interamente alla Borsa del nostro paese che in passato
ha scovato titoli con performance vicine al +100%.

E in 5 anni di vita ha guadagnato il +35% medio,
mentre l'Indice FTSE MIB perde, nello stesso periodo,
addirittura il -58%.

Se volete conoscere il nostro e scoprire i titoli
del portafoglio, cliccate qui e fate una prova gratuita e
senza impegno per 15 giorni.
https://www.finanzaworld.it/product/view/13282c6ea957b788dd399bd259133bee74
Proprio recentemente abbiamo aggiunto tre
nuovi Aspiranti in portafoglio.

Il problema principale della societa' e'
che la crisi che sta riguardando gli intermediari
finanziari si sta facendo sentire non poco.

La societa', infatti, ha visto un notevole calo
del suo business sia a livello di ricavi che di
utili.

Nel 2010, infatti, i ricavi sono stati solo 48
milioni, contro i 58 milioni nel picco del 2007.

E dopo molti anni di utili, il 2010 e' stato anche
l'anno dove il gruppo ha registrato una perdita,
seppur molto modesta.

La struttura della societa' resta molto solida,
ma sara' molto importante vedere la reazione
della societa' a questi ultimi anni difficili.

Da questo punto di vista, il 2011 e' stato
molto positivo, visto che c'e' stata una notevole
ripresa dei margini e la societa' dovrebbe riuscire
a chiudere l'anno con un buon utile.

Se si continuera' su questo sentiero, sicuramente
la societa' potrebbe essere interessante e da tenere
in considerazione.

--------------------------------------

E' uscito il nuovo dossier di Francesco Carla'
"Da Zero a Investitore Intelligente", la guida per
trasformare un Fwiano Aspirante in un TopVincitore,
un dilettante allo sbaraglio in un bravo investitore.

Clicca subito qui per scaricarlo gratuitamente:

https://www.finanzaworld.it/product/view/1721e97
230f1177f257ddb128cf1dd9867e






Segnala questo articolo ad un amico

Prova gratis i nostri Premium che battono gli indici e creano Indipendenza e felicita' finanziaria