di FinanzaWorld staff

Panariagroup, societa' solida in un settore in difficolta'

dell' 1/02/2012
di FinanzaWorld staff

Panariagroup è un importante gruppo italiano
nel settore delle ceramiche per pavimenti e
rivestimenti.

Con sede a Reggio Emilia, la società opera con
sei stabilimenti, 1800 dipendenti e sette marchi
commercializzati e tutto questo posiziona il
gruppo ai vertici del settore a livello nazionale.

La società inizia la sua attività dagli anni '70 e
nella prima fase è orientata principalmente al
mercato domestico.

Negli anni '80 inizia la fase di espansione per linee
esterne con l'acquisizione di altri gruppi nazionali,
soprattutto nell'ambito della fascia alta e di lusso
del mercato.

Infine, è degli anni 2000 lo sviluppo per linee
esterne anche sui mercati esteri, con acquisizione
di aziende, marchi ed assets in Portogallo ed USA.

La società oggi realizza quasi 300 milioni di euro
di fatturato.

La società ha anche una buona situazione
finanziaria, con un rapporto debito/equity
inferiore al 50% e questo le permette di non
soffrire eccessivamente anche negli ultimi
non proprio brillantissimi anni.

Panariagroup ha molte delle caratteristiche che
cerchiamo e spesso troviamo nei titoli che
compongono il portafoglio di In Borsa in Italia,
il nostro dedicato interamente alla Borsa
del nostro paese che in passato ha scovato titoli
con performance vicine al +100%.

E in 5 anni di vita ha guadagnato il +42% medio,
mentre l'Indice FTSE MIB perde, nello stesso periodo,
addirittura il -55%.

Se volete conoscere il nostro e scoprire i titoli
del portafoglio, cliccate qui e fate una prova gratuita e
senza impegno per 15 giorni.
https://www.finanzaworld.it/product/view/13282c6ea957b788dd399bd259133bee74
Proprio recentemente abbiamo aggiunto tre
nuovi Aspiranti in portafoglio.

Il principale rischio insito in Panariagroup è proprio
il suo settore. La crisi è stata notevole e ci vorrà
del tempo prima di ritornare ai livelli di picco del
passato.

Ad oggi, l'esercizio migliore e' stato il 2006,
quando il fatturato raggiunse i 360 milioni
di euro e l'utile supero' i 18 milioni.

Livelli molto lontani da quelli attuali e anche
da quelli previsti.

Infatti, le stime per il 2012 vedono il fatturato
sfiorare i 320 milioni, mentre l'utile non dovrebbe
arrivare a 5 milioni.

Detto questo, c'e' comunque da considerare
che le valutazioni oggi sono molto economiche,
con un P/E intorno a 10 e questo potrebbe
comunque rendere il titolo interessante,
anche considerando, come gia' detto sopra,
una situazione finanziaria non particolarmente
in tensione.

--------------------------------------

E' uscito il nuovo dossier di Francesco Carla'
"Da Zero a Investitore Intelligente", la guida per
trasformare un Fwiano Aspirante in un TopVincitore,
un dilettante allo sbaraglio in un bravo investitore.

Clicca subito qui per scaricarlo gratuitamente:

https://www.finanzaworld.it/product/view/1721e97
230f1177f257ddb128cf1dd9867e






Segnala questo articolo ad un amico

Prova gratis i nostri Premium che battono gli indici e creano Indipendenza e felicita' finanziaria