di FinanzaWorld staff

Sogefi, buona ripresa dopo la crisi

del 29/02/2012
di FinanzaWorld staff

Sogefi è un Gruppo italiano, operante nella
componentistica per autoveicoli, leader sui
mercati mondiali in due linee di prodotto:
i sistemi di filtrazione motore e cabina ed i
componenti flessibili per sospensioni.

Costituita nel 1980, CIR, la finanziaria del
gruppo De Benedetti, entra subito in societa'
e ne diventa poi l'azionista di controllo.

Con una serie di acquisizioni, tra cui le piu'
importanti sono Fiamm SpA, Rejna SpA, le attivita'
europee di Allied Signal, la francese Ateliers
Métallurgiques de Saint Urbainla e l'inglese
Coopers Filters Ltd, la societa' entra nei settori
in cui oggi e' specializzata e ne diviene,
progressivamente, un importante operatore.

In questa fase la crescita e' soprattutto per linee
esterne, date le numerose acquisizioni poste
in essere nel corso del decennio.

Anche negli anni '90 le acquisizioni sono numerose,
anche se ad esse si affiancano anche Joint Venture.
Una delle piu' importanti e, senza dubbio, molto
lungimiranti, e' quella realizzata in Cina gia' nel
lontano 1995.

In generale, in questo decennio a fianco dello
sviluppo in Europa, che comunque continua, la
societa' pone in essere un importante sviluppo
nelle aree extra europee. Oltre alla gia' citata
Cina, Sogefi punta molto nel Sud America,
con acquisizioni e aperture di sedi in Brasile e
Argentina.

Infine, nell'ultimo decennio Sogefi continua sì nel
suo programma di espansione, ancora realizzato
prevalentemente tramite acquisizioni e Joint
Venture, ma in questi anni inizia anche una fase
di razionalizzazione per migliorare l'efficienza
produttiva e commerciale. Il gruppo procede
quindi alla chiusura di vari stabilimenti per via
del ridimensionamento di alcuni mercati (ad esempio
quello produttore di componenti per sospensioni
a Melfi) e, in alcuni casi, decide anche di uscire
da alcuni mercati in determinati paesi.

Le razionalizzazioni sono comunque limitate e
molto mirate e cio' permette a Sogefi di mantenere
la sua dimensione internazionale e la leadership
in alcune aree di business.

Attualmente il gruppo e' presente in 3 continenti e
13 paesi, con 50 sedi di cui 39 produttive.

Nei propri core business, Sogefi e' un importante
operatore in tutte le aree del mondo e leader
assoluto in Europa e Sud America.

La CIR di De Benedetti in tutti questi anni ha
mantenuto il controllo della societa' ed attualmente
partecipa al 56%. Sogefi rappresenta sicuramente
una delle principali societa' di tutto il gruppo e
forse la piu' importante a livello industriale.

Si tratta di un'azienda molto interessante per leadership
di settore e presenza internazionale, una delle
"multinazionali tascabili" che operano in nicchie
selezionate e redditizie. Un tipo di societa' che
ricerchiamo spesso per il portafoglio di In Borsa in
Italia, il nostro dedicato interamente alla
Borsa del nostro paese che in passato ha scovato
titoli con performance vicine al +100%.

E in 5 anni di vita ha guadagnato il +41% medio,
mentre l'Indice FTSE MIB perde, nello stesso periodo,
addirittura il -55%.

Se volete conoscere il nostro e scoprire i titoli
del portafoglio, cliccate qui e fate una prova gratuita e
senza impegno per 15 giorni.
https://www.finanzaworld.it/product/view/13282c6ea957b788dd399bd259133bee74

Veniamo ora agli aspetti meno "felici" di Sogefi.

Il gruppo ha vendite stagnanti da diversi anni. Il
fatturato nel 2005 era 1.023 milioni di euro, nel 2007,
prima della crisi, era cresciuto solo fino a 1.071
milioni, per poi scendere di nuovo a 1.017 milioni
nel 2008 e crollare a 781 milioni nel 2009.

Fortunatamente, il 2011 e' stato un anno positivo
ed il fatturato ha superato il precedente record
e si e' attestato a 1.158 milioni di euro.

Con la stagnazione delle vendite, anche gli EPS
sono rimasti stabili negli anni migliori e poi
rapidamente scesi nel 2008 e 2009. In quest'ultimo
esercizio, la societa' solo per poco e' rimasta in
utile, con un modesto EPS di 0,038 euro per azioni
Da questo punto di vista, nonostante la ripresa del
fatturato nel 2011 gli utili sono ancora ben al
di sotto dei livelli pre-crisi, segno che i margini
non sono ancora stati pienamente recuperati.

Le stime sono comunque molto positive e si prevede
che nel giro di due anni l'azienda torni ai precedenti
livelli di profitto.

Insomma, abbiamo di fronte una societa' che opera
in un business molto ciclico e, quindi, ha subito un
notevole calo di utili e profitti negli anni scorsi, ma
superata questa fase e' stata capace di riprendersi
molto bene raggiungendo quasi i livelli pre-crisi.

Sogefi ha quindi dimostrato di essere una buona
societa' con notevoli capacita', anche se un
eventuale investimento deve tener conto anche
della rischiosita' (ciclicita') del settore in cui opera.

--------------------------------------

E' uscito il nuovo dossier di Francesco Carla'
"Da Zero a Investitore Intelligente", la guida per
trasformare un Fwiano Aspirante in un TopVincitore,
un dilettante allo sbaraglio in un bravo investitore.

Clicca subito qui per scaricarlo gratuitamente:

https://www.finanzaworld.it/product/view/1721e97
230f1177f257ddb128cf1dd9867e






Segnala questo articolo ad un amico

Prova gratis i nostri Premium che battono gli indici e creano Indipendenza e felicita' finanziaria