di FinanzaWorld staff

Analisi Italia: RSC MediaGroup, una spinta dall'efficienza

del 27/04/2005
di FinanzaWorld staff

RCS Media Group e' la Holding che controlla RCS Quotidiani,
RCS Periodici, RCS Libri, RCS Pubblicita', RCS Diffusione e
RCS Broadcast, attive nei settori dell'editoria e della
comunicazione.

E soprattutto controlla il Corriere della Sera.

Il gruppo ha assunto l'attuale denominazione e configurazione
societaria nel 2003, ed e' l'editore italiano con la piu' forte
presenza internazionale, con partecipazioni nella spagnola
Unedisa (editore di El Mundo), nella francese Flammarion e
una partnership con l'editore tedesco Burda.

Il 45% del capitale e' controllato da un Patto di Sindacato
di blocco e consultazione, cui hanno aderito 11 azionisti.

E il titolo sembra in forte movimento.

In Borsa sta ottenendo risultati non indifferenti, visto che,
come i TopVincitori del portafoglio di Francesco Carla'
(www.finanzaworld.it/NlPremium.asp), ha messo a segno
una crescita lenta ma costante negli ultimi anni, che l'ha
portata a +60% in un anno, e a +190% in due anni.

La pazienza paga.

Ma come ben sanno i lettori di InvestitoreIntelligente,
(www.finanzaworld.it/NLInvestitoreIntelligente.asp?go=15g)
oltre alla pazienza, negli investimenti sono indispensabili anche
i buoni fondamentali di una societa'. Fondamentali e crescita regolare.

E il Gruppo RCS mostra fondamentali molto buoni ed in decisa crescita.

I ricavi nel 2004 sono cresciuti del 10%, a circa 2,1 miliardi
di euro; l'Ebitda e' cresciuto del 47%, a 211 milioni di euro,
l'Ebit addirittura del 75% a 135 milioni.

Ma cio' che risulta estremamente interessante e' il piano
triennale 2005-2007.

Innanzitutto le previsioni sulla crescita della raccolta
pubblicitaria, che dovrebbe rimanere superiore all'aumento dei
costi della carta e del lavoro; quest'ultimo dovrebbe sostenere
una minor crescita, grazie al recupero dell'efficienza nelle varie
aree.

E il recupero di efficienza significa solitamente anche un netto
miglioramento dei margini reddituali, che libereranno maggiore
cassa per i piani di sviluppo.

La societa' punta infatti ad investire nel triennio molte risorse
non solo nell'editoria, soprattutto nel full color, ma anche in
radio e televisione.

Se ci aggiungete la lotta per controllare il Corrierone ...






Segnala questo articolo ad un amico

Prova gratis i nostri Premium che battono gli indici e creano Indipendenza e felicita' finanziaria