di Francesco Carlà

E' giusto cominciare ad investire ora?

del 15/12/2008
di Francesco Carlà
Ci sono un paio di cose sicure nell'investimento
azionario. Nella newslettera di oggi sento l'urgenza
di sottolinearle per tutti i Fwiani:

La prima: il rifugio migliore per tenere alto il
potere d'acquisto dei nostri soldi, a medio
e a lungo termine, sono le azioni di buone societa'.

-100.000 euro investiti dal 2004 ad oggi nelle
buone societa' di IBCC sarebbero diventati 160.000.

Gli stessi 100.000 euro investiti sull'indice
S&P 500 di New York sarebbero scesi a 90.000.


La seconda: i prezzi delle azioni, anche di societa'
buone e ottime, non sono mai stati cosi' bassi da
15 anni a questa parte, e i dividendi cosi' alti.

Una grande azienda Usa, una di quelle che
ho appena inserito in pfolio su IBCC, paga il 3,40%
di dividendo, tra l'altro con cadenza trimestrale,
e le sue azioni hanno perso il 31% dall'inizio
dell'anno, mentre ricavi e profitti sono cresciuti
rispettivamente del 9 e del 14%.

Davvero pensate che un gigante come questo possa
perdere il 30% dei ricavi e dei profitti nei
prossimi mesi di recessione? Ne dubito fortemente.


E' per questo che ho appena inserito 4 nuove
societa' nel portafoglio di "In Borsa con Carla'" (IBCC),
la newslettera premium tutta dedicata a Wall Street.

E' per lo stesso motivo che di recente ho inserito
4 nuove societa' nel portafoglio di "In Borsa
in Italia
" (IBII), la newslettera premium tutta
dedicata all'investimento azionario italiano.


Adesso seguite per favore il mio ragionamento.

Se queste societa' sono buone, pagano dividendi da
molti anni con regolarita', in barba a cicli economici
e recessioni, e i prezzi delle loro azioni sono molto
piu' bassi di quanto non fossero anni addietro,
cosa vuol dire secondo voi?

Secondo me vuol dire che cominciare ad investirci
in questo periodo puo' essere una buona idea.

Sapete cosa dice Warren Buffet, vero?

"Siate avidi quando tutti sono paurosi, e paurosi
quando tutti sono avidi".

E direi che piu' paurosi di cosi', in venti e piu'
anni di esperienza di Borsa, io gli investitori non
li ho decisamente mai visti.

Ragionamento semplice no?


Ma perche' allora, direte voi, se il tuo ragionamento
e' cosi' semplice e non sembra avere punti di debolezza,
in cosi' tanti continuano ostinatamente a vendere e le
azioni di tante societa' a scendere?

E' il paradosso apparente dell'investimento azionario:
tutti vogliono comprare quando i prezzi sono
cari o carissimi e c'e' ressa alle entrate.

Perche' dico che e' un paradosso solo apparente?

Per una ragione semplicissima: pochi, in Italia pochissimi,
hanno davvero capito come funzionano le Borse. Altrimenti
per quale ragione si continuerebbe ad usare la terribile
espressione "Giocare in Borsa"?

Troppi continuano a pensare che esistano due modi,
entrambi possibili e validi, di essere in Borsa:

1 Entrare ed uscire, scommettere se il titolo pinco
  o il titolo pallino crescera' la prossima settimana,
  usare la Borsa come un casino'. Sono i Centometristi.

2 Investire su societa' buone a prezzi bassi, societa'
  che pagano dividendi, che crescono regolarmente,
  che hanno ricavi e profitti. Sono i Maratoneti.

Ma la verita' e' che il primo modo conduce invariabilmente
al disastro. Perche' nessuno e' in grado di prevedere
cosa fara' il titolo pinco o il titolo pallino a breve
termine, e quindi i Centometristi fanno in Borsa esattamente
la stessa cosa che farebbero al casino': puntano alla cieca.

Quindi, in realta', non esistono due modi validi
di essere in Borsa, ma solo uno per chi vuole
davvero investire e non scommettere:

Scegliere buone societa' a buon prezzo, avere un
Metodo, sposare la strategia e la logica che sta
dietro alla Maratona dell'Investimento Intelligente.

E questo, ricordatevene in futuro, passera' alla
storia come un momento ideale per cominciare la
Maratona. Esattamente com'e' stato per chi e' partito
con me per la Maratona Usa (IBCC) a gennaio del
2004 e, cinque anni dopo, ha portato a casa un
profitto del 60% (piu' dividendi), mentre l'indice S&P 500
di Wall Street, negli stessi 5 anni, ha perso il 10%.


E' uscita la nuova "Guida per Guadagnare nella
Grande Crisi del 2008" di Francesco Carlà.
Cliccate qui per acquistarla oppure provate
i Premium per 45 giorni, cliccando sui
seguenti links, per averla GRATIS:

"In Borsa Con Carlà"

"In Borsa In Italia"

"InvestitoreIntelligente ETF&Global"

"FW Obbligazioni Italia&Euro"




Un caro saluto a tutti Vs,
Francesco Carla'




Segnala questo articolo ad un amico

Prova gratis i nostri Premium che battono gli indici e creano Indipendenza e felicita' finanziaria