di FinanzaWorld staff

Diasorin, una presenza importante in un business in crescita

del 23/09/2009
di FinanzaWorld staff

Di questa società avevamo
già parlato in passato.
Diasorin è un'eccellenza
italiana del settore della
diagnostica clinica.

In particolare, il gruppo
realizza kit di reagenti
da impiegare su campioni
di fluido (es. sangue)
prelevati da pazienti.

Si tratta della così detta
"diagnostica in vitro", un
mercato con un giro d'affar
internazionale pari a circa
25 miliardi di euro ed è
atteso in crescita del 7%
l'anno per il futuro, con
alcuni trend globali quali
l'invecchiamento della popolazione
e l'aumento dlla spesa sanitaria
nei PVS che sostengono questa
crescita.

Il 25% del mercato della diagnostica
in vitro è composto dal segmento
dell'immunodiagnostica, segmento
nel quale opera Diasorin che
quindi si presenta come operatore
del più importante segmento di un
mercato atteso in buona crescita
e piuttosto anticiclico.

Il carattere di anticiclicità è
ben evidente anche dai risultati
economici del gruppo, che tanto nel
2008 quanto nei primi trimestri
del 2009 ha continuato ad aumentare
le vendite e i margini non hanno
subito ridimensionamenti.

Non solo, ma il gruppo si presenta
anche con una discreta generazione
di cassa e un'ottima situazione
finanziaria.

Molti punti a favore per questa società
che potrebbe quindi essere interessante
anche per il nostro In Borsa
in Italia, dedicato interamente
alla Borsa del nostro paese che ha scoperto
titoli che hanno fatto performance vicine al
100% e dal momento del suo lancio sta
ampiamente battendo l'indice di riferimento
FTSE Mib.
Se volete conoscere il nostro ,
cliccate qui e fate una prova gratuita e senza
impegno per 45 giorni.
https://www.finanzaworld.it/NLIBII.asp.


Dicevamo, quindi, che il gruppo
è sicuramente interessante anche
se ci sono alcuni elementi che
per il momento ci hanno portato
a non inserire il titolo nel
portafoglio di IBII.

Il primo è che spesso gli anticiclici
non fanno molto bene durante le
prme fasi di rialzo dopo un grande
Bear Market. In queste fasi, cioè,
gli operatori tendono a scaricare i
titoli buoni che magai avevano retto
durante l'Orso e comprare, invece,
titoli ciclici o meno buoni (come
di recente il settore bancario) che
erano stati molto più penalizzati.

Il secondo aspetto che ci lascia
qualche dubbio è che mentre la
società è senza dubbio ottima, la
valutazione è un po' cara.
In base alle stime dell'EPS per
il 2009, il titolo avrebbe alle
quotazioni attuali un P/E poco
sotto quota 20.

Seguiamo quindi Diasorin, perché
se magari uno storno ci offrirà
valutazioni miglior potrebbe
essere interessante valutare
l'entrata.



--------------------------------------

Stiamo per lanciare “Francesco Carlà Small Caps
(Wall Street)
“, l’esclusivo Premium
di FinanzaWorld, riservato ad un numero limitato
di abbonati, che ti permette di seguire direttamente
Francesco Carla’ in Borsa a Wall Street nel settore
delle small caps piu’ effervescenti, delle micro caps
e delle azioni momentum piu’ volatili, spesso
in grado di realizzare profitti interessanti e difficili
da trovare altrimenti.

Con “Francesco Carla’ Small Caps (Wall Street)”
riceverai tutte le newslettere settimanali con
i commenti e le previsioni di Francesco Carla’,
i suoi Alert in tempo reale, e avrai accesso
immediato all’archivio esclusivo, al portafoglio,
e al suo semplice e famoso Metodo.

In occasione del lancio abbiamo deciso di offrire
questo nuovo ed esclusivo Premium ad
un prezzo eccezionale: abbonati subito anche tu
cliccando sul seguente link:

https://www.finanzaworld.it/content/subscribe/10655






Segnala questo articolo ad un amico

Prova gratis i nostri Premium che battono gli indici e creano Indipendenza e felicita' finanziaria