di FinanzaWorld staff

Diasorin, una growth stock italiana

del 13/07/2011
di FinanzaWorld staff

Diasorin e' un'azienda italiana attiva nel campo
dell'immunodiagnostica.

Il business del gruppo consiste in prodotti e Premium
per la diagnostica in vitro nei campi dell'immunologia
infettiva, immunochimica, microbiologia, chimica
clinica ed altro.

Nata nel 1968 come divisione della Sorin Biomedica SPA,
l'azienda si espande con acquisizioni internazionali negli
USA, fino a diventare societa' autonoma a seguito di
un management buy out nell'anno 2000, supportato
da vari investitori come Iniziativa Piemonte, Interbanca
e Snia.

In seguito a tale operazione, il gruppo continua l'espansione
internazionale e nel 2007 approda in Borsa. Pochi
anni dopo, entrera' a far parte dell'indice principale
FTSE MIB.

A livello di numeri gli ultimi anni sono stati davvero
ottimi, con un raddoppio del fatturato dal 2007 al
2010 e una crescita continua dell'EPS, che nello
stesso periodo e' quasi triplicato.

La societa' ha anche una buona situazione finanziaria,
con un eccesso di cassa sul debito e quindi una posizione
finanziaria netta positiva.

A tutti gli effetti, Diasorin, grazie a questi numeri ed al
tipo di business, puo' essere considerata una delle
poche vere growth stock del nostro mercato azionario.

E' pertanto una società molto interessante sotto molti
punti di vista anche per il nostro premium In
Borsa in Italia, che in passato ha scovato titoli che hanno
fatto oltre il +100%.

E in 5 anni di vita ha guadagnato il +48% medio,
mentre l'Indice FTSE MIB perde, nello stesso periodo,
addirittura il -44%.

Se volete conoscere il nostro e scoprire i titoli
del portafoglio, cliccate qui e fate una prova gratuita e
senza impegno per 15 giorni.
https://www.finanzaworld.it/product/view/13282c6ea957b788dd399bd259133bee74

Veniamo ora agli aspetti che rendono il titolo un po'
rischioso.

Come tutte le growth stocks, anche Diasorin quota
multipli piuttosto elevati. Attualmente, il rapporto
P/E si attesta intorno a quota 19. Non e' un multiplo
dei tempi del boom de lNasdaq, ma in questo
periodo e sul nostro mercato si tratta di un multiplo
davvero molto alto e che, quindi, deve trovare
giustificazione in una crescita sostenuta.

Crescita che, indubbiamente, c'e', visto che ci si
attende un EPS a 2,06 euro nel 2011 e 2,35 euro
nel 2012, contro un 1,684 nel 2010.

Facendo i calcoli, abbiamo una crescita attesa per
i prossimi due anni pari al 18% e questo ci da un
PEG poco sopra ad 1.

Ricordiamo che il PEG e' il rapporto tra P/E e tasso
di crescita degli utili e che e' un buon indicatore
delle valutazioni delle growth stocks.

Il PEG dovrebbe essere inferiore ad uno, quindi
Diasorin, pur non essendo particolarmente costosa,
non e' comunque nemmeno eccessivamente economica
e il tasso di crescita del 18%, auspicabilmente,
dovrebbe essere mantenuto per piu' di due anni
e questo e' un obiettivo molto ambizioso.

--------------------------------------

"Dal lancio del , il portafoglio di
In Borsa in Italia sta battendo l'indice
di riferimento S&P Mib di ben 64 punti
percentuali. Maratona e Metodo sono
stati eccezionali nel permettere a migliaia
di Fwiani Premium prima di attraversare
senza emotivita' la Grande Crisi, poi di
cogliere il rimbalzo dei mercati.

Per iscrivervi al , dovete soltanto
cliccare qui:

In Borsa in Italia






Segnala questo articolo ad un amico

Prova gratis i nostri Premium che battono gli indici e creano Indipendenza e felicita' finanziaria