di Francesco Carlà

Il Nasdaq e il Nuovo Mercato

del 26/06/2000
di Francesco Carlà

Se state a guardare tutti i giorni Nasdaq e Nuovo Mercato,
perdete prospettiva come quelli che giudicano una citta'
dalla piazza principale.

Meglio guardare tutto da un aeroplano quando e' ancora abbastanza alto.

Si vede meglio e soprattutto si giudica non a brevissimo termine,
ma a medio-lungo. Che e' molto meglio e vi fa fare meno fatica.

Naturalmente dare un'occhiata ai portafogli e' divertente (beh dipende
da quello che ci leggete naturalmente...). Ma quello che conta sul
serio e' sapere come comportarsi e non farsi prendere dallo stress.

E dall'ansia. Leggete qui per i dettagli: www.finanzaworld.it/new_invest.asp

Nel frattempo i Forum della Finanza Democratica sono ormai decollati:
piu' di mille messaggi in pochissimi giorni e moltissimi argomenti
e temi sia nell'area Mercati che nella Finanza World zone.

Di nuovissima creazione altri due Forum: E-visioni (per i futurologi
del Simulmondo e della Terraferma) e Net-imprenditore.
www.finanzaworld.it/forum.asp?forumact=B

Mi piace moltissimo leggervi sui Forum. Scriviamoci tutti, please.


Ecco quello che ci attende
Al Nasdaq le turbolenze non sono finite. Le cinture di sicurezza
dovrebbero ancora essere allacciate e cosi' sarebbe meglio rimanessero
per un altro po'. Penso fino alla fine di agosto, come ho sempre detto.

Di solito l'ultima settimana di agosto, quando escono i nuovi film in
America, corrisponde alla rianimazione del Nasdaq e di Wall Street.
Un indizio fondamentale e' l'aumento del volume di scambi.
Quando il Nasdaq tornera' sui due miliardi di azioni scambiate ci saremo.

Sto parlando ovviamente dell'indice Nasdaq. Non delle singole societa'.

Infatti, e non sto a ripeterlo ancora, ci saranno settori di difficile
rianimazione (per esempio molti nel B2C e quelli che non hanno vinto nel B2B)
e invece settori neonati che andranno fortissimo. Broadband e Wireless
in cima alla lista. E molti altri nuovi di cui vi parlero' presto.

Ma il vero punto non e' il settore quanto la Net-titudine. L'attitudine alla Rete.

Ebay e' un B2C, ma non ha risentito certo come Amazon o Etoys della sfiducia
degli investitori. Invece tante altre imprese, apparentemente B2B o di
altri settori in gran voga, stentano nelle retrovie. In salita.

Quello che conta e' quanto il loro modello di business e' adatto al Simulmondo.

L'ideale e' che sia nato nel Simulmondo. Cioe' che non sia realizzabile
sulla Terraferma. Questa Net-titudine (il contrario e' la I-nettitudine,
cioe' la non attitudine al Simulmondo, smile) fa la differenza
e trasforma i margini lordi di guadagno, da quelli invisibili di Amazon a
quelli del settanta e piu' per cento di Yahoo!, Ebay etc. etc.

Nei prossimi mesi il Nasdaq selezionera' la specie. Selezione quasi
Darwiniana. La specie rafforzera' se stessa con l'estinzione (insieme a
parecchi dinosauri della Terraferma) degli abusivi del Simulmondo.

E il Nuovo Mercato seguira' a ruota. Per ora, naturalmente.






Segnala questo articolo ad un amico

Prova gratis i nostri Premium che battono gli indici e creano Indipendenza e felicita' finanziaria