di Francesco Carlà

Yahoo!, il Nasdaq e il Nuovo Mercato

del 18/09/2000
di Francesco Carlà

Qualcuno di voi ha visto il grafico di Yahoo! ?

Guardatelo: e' il simbolo dei guai delle net-companies.
Anzi, oltre che il simbolo e' pure il barometro dei
medesimi guai: gennaio 2000, bello fisso (massimo
dell'anno a quota 250 dollari); settembre 2000,
grandine e fulmini e titolo sotto i 106 dollari.

Una cura dimagrante degna di Weight Watchers e Scarsdale.

Ma perche' tutto cio' sta accadendo al re dei portali
del mondo (anzi del Simulmondo)? Per quale diavolo di
ragione (sospetto ce ne debba essere piu' di una),
il marchio piu' famoso della Rete, ed interamente
creato dalla Rete, soffre cosi' tanto?

Ultima domanda: come puo' essere che il portale piu'
globalizzato del Simulmondo (sedi locali in 22 nazioni)
stia sollevando tante perplessita' sul suo futuro?

Gli analisti e i commentatori di tutto il pianeta rispondono cosi':

1 Yahoo! avra' dei problemi nei prossimi sei mesi perche'
le societa' B2C, che spendevano soldi senza risparmio
per far arrivare la gente nei propri negozi, di soldi
ne spenderanno molti meno perche' li hanno finiti;

2 La pubblicita' sulla Rete con i banners non funziona
e quindi le societa' della Terraferma non hanno nessuna
intenzione di usare la Rete come mass medium.
E Yahoo! campa soprattutto di questo;

3 Aggiungo io: la forza che Yahoo! ha saputo esprimere
nella generazione dell'Internet-seduti (quella che si
usa e vive con il PC) riuscira' a riprodurla anche
nell'Internet-in-piedi e nell'Internet-sdraiati, quelle
che si vivono ed usano con i cellulari e con la TV?

Per questo, concludono, Yahoo! va giu' e continuera' ad andarci.

Io vedo anche altre nuvole all'orizzonte se e' per questo:
1 I portali sono le guide del Simulmondo. Con i loro motori
di ricerca e tutte le altre indicazioni su come muoversi
nella Rete, hanno una funzione fortissima soprattutto
nella prima fase in cui un nuovo abitante di Internet
arriva dalla Terraferma. Piu' dubbia l'utilita' successiva;

2 Yahoo! ha scelto fin dall'inizio un modello di business
basato sui Premium e le applicazioni: la maggior parte
dei dipendenti di Yahoo! sono programmatori e non creatori
di contenuti. I contenuti di Yahoo! sono quasi sempre
forniti da altri operatori. Di solito questi ultimi
scambiano i contenuti con Yahoo! in cambio di traffico.
Questa enorme spesa in meno ha fatto molto bene ai bilanci
di Yahoo!. La cosa potrebbe cambiare presto.

Ma allora, direte voi Fwiani, se Yahoo! ha tutti questi problemi,
come saranno i suoi dati di bilancio del prossimo 10 ottobre?

E poi:

Salira' o scendera' Yahoo! nei prossimi giorni?
Salira' o scendera' Yahoo! nei prossimi mesi?
Salira' o scendera' Yahoo! nei prossimi anni?

Quello che penso io lo saprete subito cliccando qui:
www.finanzaworld.it/newsdisp.asp?id=2405






Segnala questo articolo ad un amico

Prova gratis i nostri Premium che battono gli indici e creano Indipendenza e felicita' finanziaria