di Francesco Carlà

Radio Argentina non trasmette piu' (seconda e fine)

dell' 8/01/2002
di Francesco Carlà

-Carla'
Ecco la seconda parte della corrispondenza dal
disastro argentino del nostro amico Fwiano, Fabricio
Frontera. La prima parte e' stata pubblicata ieri
e chi non l'avesse letta puo' farlo subito cliccando qui:

www.finanzaworld.it/newsletter.asp?idnl=522&a=1

Abbiamo capito da dove viene il crack argentino.
Fabricio oggi ci racconta il presente e come vede
il futuro del suo Paese. Ho gia' ricevuto molte
reazioni e commenti dei Fwiani e ne aspetto ancora.
L'italiano di Fabricio e' molto migliore del mio
spagnolo. E rende assai bene l'idea.

Buona lettura.

-Fabricio Frontera
Cosi' caro amico con la logica non si po giocare,
tutto c´e' stato inventato gia'. Comunque il super ministro
Cavallo c´e' stato a un paso di fare un supermega swap di
quasi tutto il debito argentino, ma questo Harvard´s Boy
mai ha pensato nelle persone che conformano la societa'
tutte le sue idee non sono state concevite includendo il
fattore sociale. Il risultato di tutto questo in colaborazione
dei suoi antecesori:

* Distruzione della piu' grande clase media di America
Latina, sono quelle famiglie con uno stipendio promedio
di piu' di 3000 dollari, quelli che sono i veri consumatori
nell´economia argentina (cambiano la macchina ogni 2 anni,
hanno capacita' di acumulare richeza, ecc). Adesso sono
conosciuti come i nuovi poveri.

* I poberi argentini, quelli che sempre hanno avuto
problemi per vivere, si ha tornato quasi imposibile
per loro continuare a farlo. Il denaro per loro non
essiste adesso. Risultato: Mercati sacheggiatti.

A la mancanza di banconote si agiunge la bancarizazione
totale del sistema finanziero. Questo significa che non
si posono rializare operazioni con billieti fisici,
tutto debe essere registratto per il sistema allora
i paghi devono essere fatti con menzi elettronici di pago
(Carta bancaria -visaplus, Maestro, ecc.) Cheque.

A questo dobiamo agiungere che non si posono fare prelievi
superiori a 1000 dollari.
Allora i poberi che faccevano qualche lavoro nel mercato
marginale hanno rimasto senza incassi, e questo ha agravato
la crisi.

Tutto si fa per mantenere il flusso di denaro nel sistema
locale perche in 9 mesi si hanno perso quasi 19 bilioni
di dollari, che si hanno andato via al estero per la non
fiducia delle risparmiatori e una parte c´è stata bruciata
per pagare debito estero.
Allora ha acaduto lo pegiore che puo succedere a una
nazione... "Dichiarare il default del debito publico".

La composizione dell´attivi delle banche in grande parte e'
composta per titoli argentini adesso titoli "defaultiati",
titoli che per un lungo tempo non si trasformerano in denaro,
e' una vera truffa agli risparmiatori argentini perche
adesso le banche non hanno il denaro per devolvere soltanto
hanno titoli in default e crediti otorgati a persone
e aziende che non possono ristiture il denaro per la
forte recesione economica.

Qui i fondi di pensioni sono privati, e con l´aporto dei
contributori investono in affari di non rischio, hanno
una picola proporzione per investire con alto rischio.
Ma come qui in Argentina tutto il governo quasi a obligato
a questi fondi a investire in titoli argentini il risparmio
della gente per la sua pensioni. Il risultato: una alto
percentuale delle pensioni dei risparmiatori sono titoli
argentini in default!

Si questo non e' una truffa cos´e'??? Future pensioni
in titoli argentini!!!
Questa breve spiegazione soltanto raconta alcuni fatti che
ci hanno fatto finire con un paese in ginocchio.

Ma il vero dramma dell'Argentina sta in poche parole:
DEFICIT FISCALE. Il nuestro paese ha privatizzato tutto
e ha avuto accesso al credito internazionale. Ma ha
fatto come una familia che guadagna 3000 e spende 4000.
Il resto del mondo, Spagna e Usa in cima, ci ha fatto da
usurai. Risultato siamo al suicidio collettivo.
(Nota di Carla': questa parte molto lunga della lettera
di Fabricio Frontera l'ho sintetizzata io.)

Personalmento poso dire che sono una persona giovane,
ho 27 anni recentemente laureato in Commercio Internazionale
creatore e participe di proggeti di Internet.

Qui in Argentina si lavora per oggi, domani non sai cosa
puo' sucedere e la testa ti deve avanzare piu' che la realta'
per non cadere. E ti sembra che tutto quello che ai fatto
non serve di nulla, qui tutto c´e' stato mangiato per un
falso capitalismo, un capitalismo nazi o come quello
dell´Italia fascista.

Sinceramente il mio migliore capitale che posiedo oggi e'
essere figlio di due Italiani venuti qui nella post guerra
perche loro mi hanno dato la posibilita' di avere la
cittadinanza italiana e cosi potere andare via di qui.
In efetti mio fratello che oggi ha 25 anni ha acetato
un´oferta di lavoro e adesso si trova in Italia da 45 giorni.

Anche io partiro' alla vostra terra, in un paio di mesi,
perche non sono piu' disposto a regalare tempo e soldi
(i soldi oramai se lo hano portato tutto loro) a governanti
ignoranti o inescrupolosi che si aprofitano della speranza
della gente.

Saluti Francesco, e buon anno. Forse il mio nuovo mail
parte da un server italiano!!!

Per leggere le ULTIME NOTIZIE e le QUOTAZIONI
di TUTTE LE BORSE cliccate subito qui:

www.finanzaworld.it/

UN REGALO CULT DAL SIMULMONDO?
Per donare CARLA' basta un clic qui:

www.finanzaworld.it/regala.asp


Abbonati qui GRATIS! alle altre newslettere di fw:
www.finanzaworld.it/abbonati.asp

Per regalare questa newslettera un clic qui:
www.finanzaworld.it/regala.asp

Per comprare SIMULMONDO premete qui:
www.apogeonline.com/libri/00878/scheda






Segnala questo articolo ad un amico

Prova gratis i nostri Premium che battono gli indici e creano Indipendenza e felicita' finanziaria